Editoriali
LA PAROLA CHIAVE E': ATTEGGIAMENTO
Inserito il 14/09/2010

“Perché le persone gridano quando sono arrabbiate?”

Un giorno un vecchio saggio indiano fece questa domanda ai suoi discepoli.

“Gridano perché perdono la calma” - rispose uno di loro. “Ma perché gridare se la persona è li difronte?” - disse nuovamente il saggio. “Gridano perché desiderano che l’altra persona ascolti” - replicò un altro discepolo. E il maestro tornò a domandare: “Allora non è possibile parlargli normalmente?”.

Varie altre risposte furono date ma nessuna convinse il saggio. Allora egli esclamò: “Voi sapete perché si grida contro un’altra persona quando si è arrabbiati? . Il fatto è che quando due persone sono arrabbiate,i loro cuori si allontanano molto. Per coprire questa distanza bisogna gridare per potersi ascoltare. Quanto più arrabbiati sono, tanto più forte dovranno gridare per sentirsi l’uno con l’altro. D’Altra parte, cosa succede quando due persone sono innamorate? Loro non gridano, parlano soavemente. E perché? - Perché i loro cuori sono molto vicini. La distanza tra loro è piccola. A volte sono talmente vicini, i loro cuori, che neanche parlano, solamente sussurrano. E quando l’amore è più intenso non è nemmeno necessario sussurrare, basta guardarsi. I loro cuori si intendono. E’ questo che accade quando due persone che si amano si avvicinano.” - Infine il saggio concluse dicendo: “ Quando voi discuterete, non lasciate che i vostri cuori si allontanino, non dite parole che li possono distanziare di più, perché arriverà un giorno in cui la distanza sarà così tanta che non incontreranno mai più la strada per tornare”.

Rifacendoci un po’ a questo racconto, si può dire che è l’atteggiamento quello che conta, il come noi ci confrontiamo con gli altri, nelle amicizie, nell’amore, nel lavoro e negli attimi di vita nei quali incrociamo altre persone, altri destini. L’atteggiamento è fondamentale. Una persona di successo, ha sempre un unico atteggiamento positivo. Il 90% degli esseri umani vive un’esistenza insoddisfatta perché si fossilizza su posizioni che non si evolvono: cambiare significa crescere e progredire. Dobbiamo imparare a guardarci dentro e dare più retta al nostro istinto ed al nostro io, senza mai dimenticare il rispetto per gli altri. Abituatevi, sforzatevi ad avere un atteggiamento positivo, iniziate a pensare come un uomo di successo, datevi degli obbiettivi e valutate bene quanto siete disposti a dare per il raggiungimento di tali obbiettivi,datevi dei tempi, delle scadenze e sforzatevi di mantenere il passo. Non perdete mai l’atteggiamento positivo, anche quando la giornata è da dimenticare. Diventare una persona di successo non vuol dire necessariamente una persona materialmente ricca, ma una persona che non si scoraggia, che sa bene quali sono i propri desideri e si muove ed agisce in funzione di questi. E’ meglio migliorare ciò che uno ha, che cercare di avere ciò che hanno gli altri. Ognuno di noi è un mondo, un universo a se, anche se in tutta la vita, la maggior parte degli esseri umani sfrutta le potenzialità del cervello solo circa al 20%. Come avere l’hard disk del computer da 500 Gb ed usare sempre gli stessi programmi che occupano 100 Gb...e gli altri 400???. Atteggiamento fiero e cordiale, sfoderando la difesa, anche molto cattiva, solo quando necessario. Se non ho stima e rispetto per me stesso, come si può voler bene anche agli altri e come posso pretendere che gli altri abbiano stima per me. Il 95% delle persone non ha quasi mai dovuto prendere delle decisioni davvero importanti; si è sempre condizionati. E’ possibile cambiare il proprio modo di vivere: bisogna stabilire una meta e desiderarla intensamente. Il successo è la progressiva realizzazione di un valido ideale. Il trigono “Pensare, decidere, agire” funziona e quando potrà succedere un intoppo nel cammino non bisogna pensare che un insuccesso sia una sconfitta. Imparate e sforzatevi di essere cordiali con gli altri, anche quelli che ora non potete sopportare e sorridendo diteglielo tra le righe, siate sinceri. Comportatevi esattamente come vorreste che gli altri facessero con voi. L’inizio di qualsiasi impresa è nel vostro atteggiamento; sopra qualsiasi altra cosa che ne determina la riuscita. La tempra di un carattere inizia così.

Atteggiamento positivo.
Rocco MARONE

Powered by Ariel Sanchez
TOP